Cerca nel sito
 
Venerdì 19 Dicembre 2014 10:16
GLOSSARIO
ARCHIVIO   
I MIEI DIRITTI IN...
ACCESSOR
ESOPO
TESSE
APPROFONDIMENTI
GIURISPRUDENZA
LEGISLAZIONE
DOCUMENTI
NUMERI
PUBBLICAZIONI
OPPORTUNITÀ
COLLEGAMENTI
CHI SIAMO
  •  
  •  
    User ID
    Password
       
    Nuovo Utente?
    Password dimenticata
  •  
      homepage

    Parità uomo donna: a che punto siamo

    La quota di donne che lavorano è cresciuta incessantemente in Europa negli ultimi anni, e il livello d'istruzione delle donne è oggi superiore a quello degli uomini.

    Ciò nonostante, la maggior parte delle donne sono ancora escluse dai vertici della vita sociale, economica e politica.

    La differenza media di retribuzione tra uomini e donne, ad esempio, si è stabilmente assestata sul 15% dal 2003, scendendo di un solo punto dal 2000, e la maggior parte delle donne recentemente affacciatesi sul mercato del lavoro sono entrate in settori e professioni dove si riscontrava già una forte presenza femminile.

    La presenza di donne dirigenti nelle imprese ristagna al 33%, mentre progredisce assai lentamente in campo politico; infatti appena il 23% dei parlamentari nazionali ed il 33% degli eurodeputati sono donne. Lo stesso dicasi quanto alla presenza delle donne nei governi nazionali, che da alcuni anni viene regolarmente monitorata dalla Fondazione Robert Schuman per tutti i paesi dell'UE.

    Un recente studio della CES mostra come anche tra le organizzazioni dei lavoratori la presenza delle donne nei posti di responsabilità sia ancora troppo debole, nonostante sia in crescita l'affiliazione delle donne ai sindacati di tutta Europa.

    Il Rapporto dell'Organizzazione mondiale del lavoro (OIL) sulle tendenze del lavoro delle donne nel mondo, pubblicato in occasione della Giornata internazionale della donna, mostra chiaramente come i progressi che pure si sono realizzati in questi ultimi anni hanno ridotto in maniera ancora insufficiente le disparità tra uomini e donne.

    In occasione della Giornata internazionale della donna, la Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro ha raccolto tutti i suoi lavori più recenti sul tema della parità uomo-donna.

    Il Consiglio d’Europa invita invece gli Stati membri e i loro cittadini a rafforzare l’impegno contro la violenza nei confronti delle donne. Si stima infatti che una percentuale compresa tra il 20% e il 25% delle donne abbia subito violenze fisiche almeno una volta nella loro vita e che oltre il 10% ha subito violenza sessuale.

    Anche l'Unesco celebra in questi giorni la giornata internazionale della donna, mettendo l'accento sul ruolo delle donne nella scienza.

    Per quanto riguarda l'Italia, il Consiglio dei Ministri del 27 febbraio scorso ha approvato lo schema di decreto legislativo di recepimento della Direttiva comunitaria 2006/54/CE concernente l'attuazione del principio delle pari opportunità fra uomini e donne in materia di occupazione e di impiego.

    Con questo decreto si introducono anche nel nostro paese molte novità nel codice delle pari opportunità. Ad esempio: il principio generale del "mainstreaming di genere", che obbliga a tener conto dell'obiettivo della parità tra uomini e donne in tutti gli atti legislativi e amministrativi; si ampliano le nozioni di discriminazione, rendendo più forti e omogenee le tutele, s'include la discriminazione legata al cambiamento di sesso, si vieta di discriminare attraverso i criteri di selezione e nelle condizioni di assunzione, si vietano trattamenti economici differenziati a parità di lavoro, si vietano discriminazioni in caso di licenziamento e di sospensione temporanea, si assicura il diritto di beneficiare, dopo congedi parentali, degli eventuali miglioramenti delle condizioni di lavoro che sarebbero spettati alla lavoratrice o al lavoratore durante il periodo di assenza.

    (marzo 2008)

     

    Per saperne di più:

    Relazione della Commissione europea sulla parità uomo donna 2008 (IT)

    Rapporto "Donne e uomini nel processo decisionale 2007" (EN)

    Banca dati su donne e uomini nel processo decisionale (EN, FR, DE)

    Portale della Commissione europea sulla parità uomo donna (EN, FR, DE)

    Pubblicazioni della Commissione europea sulla parità uomo donna (EN, FR, DE)

    Presenza delle donne nei governi e nei parlamenti nazionali (FR)

    Comunicato della CES sulla disparità di retribuzione tra uomini e donne (EN, FR)

    Rapporto OIL sul lavoro delle donne nel mondo (EN, FR, ES)

    Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro (EN)

    Il Consiglio d’Europa contro la violenza sulle donne (EN, FR)

    Giornata internazionale della donna dell'UNESCO (EN, FR, ES)

    Parità uomo donna sul sito del Governo italiano (IT)

     

     
     

     
    Rue de la Loi 26/20 - 1040 Bruxelles Tel. +32 2 2335432
     

    Copyright © 2005 www.osservatorioinca.org - Tutti i diritti riservati - powered by creasiti.com mappa del sito