Cerca nel sito
 
Domenica 23 Novembre 2014 06:26
GLOSSARIO
ARCHIVIO
I MIEI DIRITTI IN...
ACCESSOR
ESOPO
TESSE
APPROFONDIMENTI
GIURISPRUDENZA
LEGISLAZIONE
DOCUMENTI
NUMERI
PUBBLICAZIONI
OPPORTUNITÀ
COLLEGAMENTI
CHI SIAMO
  •  
  •  
    User ID
    Password
       
    Nuovo Utente?
    Password dimenticata
  •  
     
    Ti stanno tagliando i diritti: Firma la petizione on-line!
     
     
    La Cour européenne dit stop au "tourisme social". Un faux
    En avalisant le refus d'allocations sociales à une citoyenne de nationalité roumaine, sans emploi, la Cour de justice aurait donné un soi-disant coup un d'arrêt au "tourisme social". La réalité est bien différente : rien ne change.
    Mis à part quelques rares exceptions, cette décision a causé tout un émoi, et a été maintes fois relancée, par les médias. Le résultat a été de mettre le vent dans les voiles à la démagogie nationaliste, xénophobe et anti-européenne des partis conservateurs et d'extrême-droite...
    La Cour européenne dit stop au
     
    La Corte europea dice stop al "turismo del welfare". Un falso
    Una lettura superficiale di una sentenza che non aggiunge nulla di nuovo ha messo il vento in poppa alla demagogia nazionalista, xenofoba e antieuropea. Autorizzando il rifiuto di prestazioni sociali a una cittadina straniera senza occupazione, la Corte europea avrebbe detto "stop al turismo sociale". La realtà è molto diversa. Questa sentenza del 11 novembre 2014, che ha immeritatamente attirato l'attenzione dei medai internazionali, non cambia nulla. La Corte europea ha semplicemente ribadito un fatto ampiamente noto, ossia che gli Stati membri dell'UE non sono tenuti a concedere prestazioni sociali ai cittadini europei che vi si sono stabiliti unicamente allo scopo di beneficiare delle prestazioni sociali. 
    La Corte europea dice stop al
     
    Espulsioni di cittadini UE dal Belgio. L'INCA CGIL sporge denuncia alla Commissione europea

    7.004 cittadini UE sono stati espulsi dal Belgio tra il 2010 e il 2013. Per frenare queste pratiche, l’INCA CGIL ha sporto una formale denuncia alla Commissione europea. Oltre alla Presidente Morena Piccinini, hanno firmato Jean-François Tamellini, segretario federale del sindacato belga FGTB, Anthony Valcke di EU Rights Clinic (una rete europea di giuristi che si batte per i diritti di cittadinanza)  e Ariane Hassid Presidente di Bruxelles Laïque (una delle più grandi e combattive associazioni per la difesa delle libertà sociali). Maggiori dettagli nel Dossier a cura dell'Osservatorio.

    Espulsioni di cittadini UE dal Belgio. L'INCA CGIL sporge denuncia alla Commissione europea - dettagli
     
     
     
     

    Abbonati gratuitamente al nostro notiziario     Invia un messaggio all'Osservatorio

    L'Osservatorio per le politiche sociali in Europa è un'iniziativa di INCA CGIL Italia e INCA CGIL Belgio




     
     
     
     

     
    Rue de la Loi 26/20 - 1040 Bruxelles Tel. +32 2 2335432
     

    Copyright © 2005 www.osservatorioinca.org - Tutti i diritti riservati - powered by creasiti.com mappa del sito