Cerca nel sito
 
Mercoledì 01 Ottobre 2014 01:54
GLOSSARIO
I MIEI DIRITTI IN...
TESSE
ESOPO
ARCHIVIO
APPROFONDIMENTI
GIURISPRUDENZA
LEGISLAZIONE
DOCUMENTI
NUMERI
PUBBLICAZIONI
OPPORTUNITÀ
COLLEGAMENTI
CHI SIAMO
  •  
  •  
    User ID
    Password
       
    Nuovo Utente?
    Password dimenticata
  •  
     

    Un'iniziativa di INCA CGIL Italia e INCA CGIL Belgio

    Vuoi ricevere le nostre email?

     
     
    ILO: La metà degli anziani nel mondo non ha una pensione

    Soltanto il 52% degli anziani nel mondo riceve una pensione, spesso insufficiente a superare la soglia di povertà. E le politiche di risanamento dei conti pubblici hanno peggiorato la situazione. In Africa, soltanto 7 paesi su 46 hanno una copertura pensionistica superiore al 80% della popolazione anziana. In 14 paesi europei, i futuri pensionati riceveranno, da qui al 2050, pensioni più basse di quelle attuali. Le politiche di austerità - dice l'ILO - portano inevitabilmente ad una diminuzione dei consumi e colpiscono la ripresa dell'economia.

    ILO: La metà degli anziani nel mondo non ha una pensione - dettagli
     
    Assicurazione europea contro la disoccupazione: il Commissario Andor rilancia la sua proposta

    Un regime europeo comune di assicurazione contro la disoccupazione in Europa. Parlando all’Università di Vienna, il Commissario europeo per l'Occupazione, László Andor, rilancia la proposta già annunciata due anni fa: un sistema assicurativo europeo contro la disoccupazione ciclica, e non causata da inadeguatezza delle competenze, o da altri fattori strutturali come istituzioni del mercato del lavoro poco efficienti. Per finanziare il sistema gli Stati dovrebbero monitorare due flussi, da e verso Bruxelles.

    Assicurazione europea contro la disoccupazione: il Commissario Andor rilancia la sua proposta - dettagli
     
    Libera circolazione: i lavoratori mobili non sono un onere per i paesi ospitanti

    Un dossier della Commissione europea fa il punto della situazione del fenomeno delle migrazioni intraeuropee. Quanti lavoratori mobili ci sono nell'UE? Quali sono le nuove tendenze della mobilità? La mobilità è aumentata a causa della crisi? Gli Stati possono preservare l'integrità dei propri sistemi di welfare? Cifre e tendenze dimostrano l'infondatezza di alcuni stereotipi sul cosiddetto "turismo sociale", come quello secondo cui i lavoratori mobili costituirebbero un onere per i sistemi di protezione sociale dei paesi ospitanti. 

    Libera circolazione: i lavoratori mobili non sono un onere per i paesi ospitanti - dettagli
     
     
     
     
     
     
     
     
     

     
    Rue de la Loi 26/20 - 1040 Bruxelles Tel. +32 2 2335432
     

    Copyright © 2005 www.osservatorioinca.org - Tutti i diritti riservati - powered by creasiti.com mappa del sito